venerdì 29 ottobre 2010

Truffa Facebook - Virus facebook Zippato

Facebook ha da sempre avuto problemi con virus, malware e tentativi di phising, l’ultimo caso è quello raccontato dalle più autorevoli società di sicurezza non solo online. Stiamo parlando della McAfee, BitDefender e Panda Security che ha recentemente messo in luce il caso degli HTC Magic infetti.

Il nuovo caso o meglio il nuovo tentativo di hacking che ha coinvolto Facebook non riguarda banner particolari o aggiornamenti di status ingannatori ma il caro e vecchio sistema dell’email di scam che si associa al discorso-password, da sempre il più sensibile online. Vediamo come funziona e come evitare la truffa.






Facebook Virus Password: come evitarlo



Facebook Virus
Facebook ha da sempre avuto problemi con virus, malware e tentativi di phising, l’ultimo caso è quello raccontato dalle più autorevoli società di sicurezza non solo online.

Il nuovo caso o meglio il nuovo tentativo di hacking che ha coinvolto Facebook non riguarda banner particolari o aggiornamenti di status ingannatori ma il caro e vecchio sistema dell’email di scam che si associa al discorso-password, da sempre il più sensibile online. Vediamo come funziona e come evitare la truffa.

Si potrebbe ricevere sulla casella di posta una email come quella evidenziata dalla schermata qui sopra. Nel testo si può leggere che per ragioni di sicurezza la password è stata cambiata e si invita l’utente a scaricare un file zippato con tutte le informazioni e le indicazioni per l’accesso e le nuove credenziali.

Non c’è nemmeno da specificare che aprendo il file zippato si viene immediatamente infettati da schifezza varia come ad esempio il Trojan.Dropper.Oficla.G con malware incluso e sistema backdoor per permettere ai cybercriminali di introfularsi in modo non autorizzato nel PC. Ma è stato segnalato anche un software antivirus fasullo, botnet e altro. Come sempre il consiglio è quello di non fidarsi mai di email sospette con link o file da aprire, le comunicazioni ufficiali di Facebook, tra l’altro, sono sempre effettuate direttamente sul sito.

(Articolo Preso Da tecnocino.it )

giovedì 28 ottobre 2010

Facebook Segreto- Introduzione

Business Insider ha pubblicato una notizia che ha già fatto il giro del mondo. Secondo il noto blog, Facebook non sarebbe un’idea originale di Mark Zuckerberg, ma una copia di un progetto universitario noto con il nome di HarvardConnection e successivamente ribattezzato in ConnectU.

L’accusa arriva dopo che la redazione del blog ha ricevuto delle informazioni sul comportamento scorretto del miliardario creatore di Facebook. Sembra infatti che il social network prenda l’idea da un progetto universitario molto simile.

Business Insider attacca soprattutto l’atteggiamento del famosissimo 25enne. Nel 2004, Mark Zuckerberg avrebbe rubato alcuni dati molto importanti dal progetto universitario, violando così regole della privacy e appropriandosi di indirizzi mail importanti, traendone così grossi vantaggi.

Al momento il creatore di Facebook nega l’accaduto. Tuttavia, restano ancora un grande mistero i 65 milioni di dollari versati dal social network sul conto di ConnectU. Sarà stata una mossa per coprire quanto accaduto e mettere a tacere tutte le voci di una presunta copia? Continuate a seguirci, nel caso vi fossero ulteriori aggiornamenti provvederemo ad informarvi.